DEKALOG [SubITA]

Titolo originale: Dekalog
Paese di produzione: Polonia
Anno: 1989
Durata: 9h 32min (55 min per Ep)
: 10
Genere: Drammatico, Serie
Regia:

È ora disponibile su Amazon Prime il Decalogo di , la monumentale opera del maestro polacco composta da 10 mediometraggi prodotti dal 1988 al 1989. Ogni episodio, di circa 55 minuti, è indipendente dagli altri e racconta una di quotidiana ispirata, talora vagamente, talora in modo più esplicito, a uno dei dieci biblici. La sceneggiatura è curata dallo stesso Kieślowski insieme a Krzysztof Piesiewicz. L’opera ha vinto il primo premio al Festival di San Sebastián, il Premio FIPRESCI alla Mostra del di Venezia, il Premio Flaiano per la sceneggiatura e il Nastro d’argento.

Guarda anche  LA INFLUENCIA [SubITA]

Ogni episodio del Decalogo ha un cast differente, ma in tutti, con l’eccezione degli 7 e 10, è presente la figura del “testimone silenzioso”, un personaggio che non parla mai ma che assiste allo svolgimento delle vicende. Il non ha mai rivelato il suo significato, né al pubblico né all’attore stesso. Di due esiste una versione lunga: Breve film sull’uccidere (1988) ridotto in Decalogo 5 e Non desiderare la d’altri (1988) ridotto in Decalogo 6 (nonostante il titolo italiano sia fuorviante e faccia riferimento al nono comandamento).

Il Decalogo è un’opera ad altezza d’, nel vero senso della parola. È un lunghissimo nell’animo umano in cui è davvero difficile non riconoscersi, seppur anche in via potenziale. Il rispetto per le debolezze dell’ e della sua ontologica fallibilità nel rispettare i è davvero palpabile. Ma il dubita e allora ben può capitare che siano anche i a fallire e a spiazzare l’ proprio quando è sul punto di compiere azioni virtuose. Ma virtuose per chi, per cosa? Non è dato saperlo. Non ci sono certezze, in un senso o nell’altro. È l’intera esistenza ad essere inafferrabile, una materia liquida. Già, il liquido, tema ricorrente in ogni episodio, che simboleggia la precarietà del tutto, con l’, il latte e l’inchiostro che si rovesciano ribelli alla signorìa dell’. Che resta sempre sospeso tra ciò che ritiene giusto e ciò che ritiene sbagliato, anzi, talvolta viene addirittura schiacciato da queste due forze contrapposte che si agitano dentro di lui.

Guarda anche  #DECALOGO 🇮🇹

taxidrivers.it

Spread the love

Related posts

By Anam

I'm A Fucking Dreamer man !

Related Posts