HAPPY NEW YEAR, COLIN BURSTEAD [SubITA]

Titolo originale: Happy New Year, Colin Burstead
Paese di produzione: UK
Anno: 2018
Durata: 95 min.
Genere: Drammatico
Regia:

Colin ha affittato una casa di campagna per festeggiare il Capodanno con tutta la sua allargata. Si ritrova così al centro dell’attenzione, anche se non sempre piacevolmente, fino all’arrivo inaspettato del fratello David. Tornato dopo un’assenza di cinque anni, con la sua presenza David genera dinamiche che vanno oltre il solito ambito familiare.

Dopo il distopico High Rise (2015) e lo sparatutto Free Fire (2016), il regista britannico torna dietro la da presa per firmare un progetto decisamente più accomodante e meno visionario, ambientato in un un’unica location e basato su un climax emotivo nevrotico e martellante. Happy New Year, Colin Burstead riesce a inchiodare lo spettatore allo schermo senza presentare eccessivi momenti di stanca, tratteggiando un affresco familiare solo leggermente stereotipato ma profondamente ancorato al contesto storico più contemporaneo. Tra le tensioni accumulate lungo la serata, è infatti semplice intuire una lettura allegorica dell’Unione odierna, abitata da “parenti” poco convinti di farne parte ma che preferiscono nascondere lo sporco sotto il tappeto e far finta di niente piuttosto che abbandonare la per arrischiarsi in un’indipendenza liberatoria ma poco rassicurante. Wheatley, pur non risparmiando i propri personaggi, non si dimostra quindi interessato ai loro trascorsi coniugali e alle che li legano, ma preferisce ironizzare in chiave agrodolce sulla restituendo un clima di tensione ed equilibrio precario che continua a procedere a tentoni, senza un vero obiettivo, pur di rimanere ancorato alla gloriosa (?) Storia del passato (in tal senso, l’ di lasciare molto margine all’improvvisazione sul set non solo è giustificata, ma ampiamente riuscita).

Guarda anche  MADEO [SubITA] 🇰🇷

longtake.it

Spread the love

Related posts

By Francesca R.

Related Posts