MEMORY OF THE DEAD [SubITA]

Titolo originale: La Memoria del Muerto
Paese di produzione:
Anno: 2013
Durata: 89 min.
Genere: Horror, Commedia
Regia:

Sulla base del suo titolo, ci si potrebbe aspettare che Memory of the Dead sia un film di zombie. Anche l’impostazione del film vi farà preparare a un’epidemia di non-morti, ma non passa molto tempo prima che le cose prendano una piega decisamente diversa. Conosciuto come La Memoria del Muerto nella sua lingua madre, Memory of the Dead di è una creativa fetta di horror dall’Argentina.

È buffo che Diment e i suoi co-sceneggiatori, Martín Blousson, Nicanor Loreti e Germán Val, si sono molto ispirati ai film di Evil Dead nel realizzare Memory of the Dead. Non solo Diment rende omaggio ad alcune delle tecniche creative di Sam Raimi, ma i film condividono una propensione simile per il gore esagerato e l’umorismo ironico. Il soggetto di Memory of the Dead e l’abbondanza di sessualità ricordano Cemetery Man, mentre la sua vivida tavolozza di colori ricorda le opere di Dario Argento o Mario Bava.

Guarda anche  THE OTHER LAMB [SubITA]

Alicia (Lola Berthet) riunisce sei dei più cari amici del marito recentemente scomparso – Hugo (Luis Ziembrowski), Nicanor (Matias Marmorato), Monica (Lorena Vega), Ivana (Flora Gro), Mauro (Rafael Ferro), e Fabiana (Jimena Anganuzzi) – per dare l’ultimo saluto. La commemorazione ha luogo 50 giorni dopo la sua morte (il motivo non viene mai chiarito), e quando l’orologio batte la mezzanotte, l’esterno della casa di di Alicia si trasforma in una sorta di percorso tra la terra dei vivi e quella dei morti. I cari defunti degli amici cominciano a comparire, insieme ad altri demoni del loro passato, che nella maggior parte dei casi portano a una cruenta e prematura. Alicia, nel frattempo, crede che la casa agirà come una luce per guidare suo marito (Gabriel Goity) di nuovo in vita.

Guarda anche  LA VIDA ÚTIL [SubITA]

Mentirei se dicessi che Memory of the Dead è completamente coerente, ma non è difficile accettare semplicemente le carenze e godersi le sue meravigliose scenografie e le immagini suggestive. Se la regia elegante non fa per voi, c’è anche un sacco di schizzato in giro, oltre a un grande di effetti pratici. I paesaggi esterni sono creati in gran parte dalla CGI, ma la loro cartoonesca funziona in qualche modo con il film.

( https://www.ihorror.com/new-release-review-memory-dead/ )

Spread the love

Related posts

Related Posts