REFLECTIONS OF EVIL [NoSub] 🇺🇸

Titolo originale: Reflections of Evil
Paese di produzione:
Anno: 2002
Durata: 138 min.
Genere: Commedia, Drammatico, Fantastico, Visionario
Regia:

Julie, che morì di overdose di PCP da adolescente nei primi anni ’70, cerca da oltre l’etere il suo fratellino Bob, un obeso venditore di orologi, che sta morendo di intolleranza al saccarosio, nei primi anni ’90.

Reflections of Evil è un film americano del 2002 scritto e diretto da , oltre 2 ore e 20 minuti che descriverei come “cinema noise”. Provoca quasi fastidio la visione di questo film, un fastidio visivo e sonoro, che lo rendono molto interessante.

La fotografia è di una pessima qualità, sembra un film girato negli anni ’80 su pellicola rovinata, mischiato a video televisivi atemporali, registrazioni totalmente amatoriali… eppure è fatto apposta in questo modo. O forse è un errore? Non so, ma ha tutto il di un film indipendente trovato per nella spazzatura. Reflections of Evil ha una colonna sonora che mischia rumori a canzoni psichelediche anni ’60, dialoghi composti da gente che fa versi, urla, litiga oppure parla (da sola) delle sue psicosi. E a volte vomita.

Guarda anche  UNDER THE SILVER LAKE [SubITA] 🇺🇸

Esiste una trama in Reflections of Evil? Diciamo di si. Il film è un incubo, un bad- post-mortem, il di un uomo di mezza età e sovrappeso, che gira per alcune città americane come un barbone per rivendere orologi da polso, mentre in parallelo a random vediamo flashback della sua infanzia, allucinazioni surreali, del cinema, i suoi problemi con gli zuccheri, la della sorella negli anni ’70 a causa di un overdose da PCP, che poi torna sottoforma di visioni oniriche o spiritiche, come un fantasma venuto dall’aldilà per accompagnare il fratello verso la sua . Insomma, una specie di Dead Man in versione , osservato da un tossico nel suo piccolo appartamento di provincia da qualche parte negli , stravaccato sul rotto mentre ingurgita junk-food in piena fame chimica.

Guarda anche  NIGHT PULSE [SubITA]

Reflections of Evil è psicosi della vita occidentale, è una avventura lo-fi, una favola post-moderna, un film brutto ma simbolico che non si prende mai sul serio, una odissea dadaista contro ogni volontà di accontentare un pubblico, un lento calvario da cui si esce con un forte mal di testa, una collezione di patologie sociali esplicitate attraverso i tempi morti, dei ritagli di vita messa ai margini, le situazioni e le personalità evitate con apatia dal cittadino medio, insomma un’esperienza catartica che pochi altri film possono vantare.

wearecomplicated.net

116 min version.

Spread the love

Related posts

By Anam

I'm A Fucking Dreamer man !

Related Posts